Materiale

ATTIVITÀ

  • Gli articoli e le rubriche di questo blog vorrebbero essere un modo per scambiarci idee e divulgare informazioni su tematiche che ci appassionano: tutti sono invitati a parlare del loro modo di dire “I care”.
  • Percorsi nelle scuole:  le esperienze formative fatte assieme ci stimolano a trasmetterne i contenuti nelle scuole, che devono tornare al centro di un impegno collettivo affinchè si cresca assieme nella cultura della legalità e del bene comune.
  • http://seratalternativa.altervista.org/blog/category/serate-alternative/: sono momenti in cui tentiamo di raccontare agli altri quello che abbiamo vissuto.

Stando assieme nei campi e nei we 2013, abbiamo deciso di creare attività divise in 4 ambiti tematici per allargare i nostri orizzonti gradualmente: dall’impegno nella scuola alla dimensione italiana ed europea fino a toccare problematiche che coinvolgono l’intero pianeta. Troverete dunque in questo lavoro una suddivisione in 4 diversi ambiti. Le proposte, che potrete rielaborare adattandole alla vostra realtà, possono fornire un pacchetto intero per un campo-scuola, ma possono anche essere utilizzate singolarmente in classi o singoli incontri delle vostre associazioni.

Guarda il materiale prodotto sulla Scuola

Guarda il materiale prodotto sull’Italia

Guarda il materiale prodotto sull’Europa

Guarda il materiale prodotto sul Mondo

Abbiamo tentato di dare un punto di vista il più possibile OGGETTIVO , in modo tale che i ragazzi non acquisiscano nozioni di altri senza ragionare, ma riescano a formarsi da soli la loro opinione.

L’OBIETTIVO di questi percorsi è fare capire ai ragazzi che la nostra vita è condizionata da scelte di cittadinanza attiva. Vivere in comunità condiziona e arricchisce la nostra vita e la coerenza ci chiama a metterci in gioco in maniera costruttiva.

PROVOCAZIONE: è necessario che l’educatore sappia ciò di cui sta parlando. Se il materiale da noi fornito non basta consigliamo un lavoro di approfondimento autonomo.

METODO EDUCATIVO:
1. Ascoltare i ragazzi partendo da esigenze/ punti di vista/ disagi/ interessi che provengono dal loro “mondo”.
2. Far sorgere domande nei ragazzi favorendo un atteggiamento critico.
3. Sulla base delle motivazioni individuali emerse, trovare una modalità per esportare le tematiche trattate anche fuori dal gruppo, allargando la partecipazione.
4. Proporre una testimonianza diretta o indiretta inerente al tema discusso..
5. Proposta di intervento concreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*